La Toscana è una delle più grandi ed estese regioni del centro Italia, il suo territorio spazia dalla pianura delle coste tirreniche fino ai rilievi dell’Appenino Tosco-Emiliano; in mezzo i paesaggi alternano grandi radure a zona collinari dove si producono una grande quantità di olivi e vigneti che danno vita agli eccelsi prodotti alimentari come olio di oliva e vino. Le altitudini maggiori si raggiungono sul versante appenninico con il Monte Giovo (1991 metri) ed il Monte Abetone. Quest’ ultimo insieme con il Monte Amiata nel senese rappresenta anche una meta invernale per gli amanti dello sci. Anche i parchi presenti nella regione hanno caratteristiche differenti, il principale è il Parco della Maremma (o dell’Uccellina) che si estende di fronte al Monte Argentario sulla costa tirrenica nella parte meridionale della regione. Altri parchi da segnalare il Parco di Migliarino in zona Pisa, il Padule di Fucecchio, il Parco naturale del Casentino e la zona a nord, nei pressi di Massa, del parco delle Alpi Apuane. Molto interessante è anche il sentiero naturale della bonifica in Valdichiana che va da Monte San savino a Chiusi. I corsi d’acqua principali della Toscana invece sono l’Arno che attraversa Firenze e, a sud, l’Ombrone nel grossetano. Molto belle a livello naturalistiico sono anche le isole toscane, tra tutti l’ Isola d’Elba e poi l’arcipelago toscano che comprende l’ isola del Giglio, Pianosa, Montecristo, Giannutri. La Toscana non è molto ricca di laghi, infatti gli specchi d’acqua principali sono di piccole dimensioni (Lago di Chiusi e Lago di Massaciuccoli). A sud c’è la Laguna di Orbetello.


AREZZO – capoluogo di provincia e città principale di questo territorio, la città dove hanno vissuto due celebri personaggi della storia letteraria italiana: Pietro Aretino e Francesco Petrarca. Caratteristica della città la splendida Piazza Grande racchiusa tra edifici medievali, barocchi e rinascimentali. Altri scorci da visitare della città aretina sono la Chiesa di San Francesco, la Pieve romanica di Santa Maria, il palazzo delle Logge progettato dal Vasari sotto i cui portici si organizza uno degli eventi più noti della città: la fiera Antiquaria.

SIENA – famosa per il suo Palio, Siena è una città d’arte dove storia e tradizione coesistono perfettamente con il piacere di una tradizione enogastronomica superba. Da vedere tutti i suoi monumenti, in primis il Duomo, i Palazzi Pubblico e Sansedoni, Piazza del Campo, con la suggestiva Torre del Mangia. Altri monumenti degni di essere visitati sono il Battistero, l’Oratorio di San Bernardino, la Pinacoteca nazionale.
Da non perdere un’escursione nei dintorni della città, ripercorrendo la via per Montalcino, Pienza, Scansano e tutta la zona del Chianti, costellata da caratteristici borghi medievali, celebri soprattutto per i loro pregiatissimi vini. Sempre in tema di grandi vini non va poi dimenticata la strada del Vino nobile di Montepulciano. La stessa cittadina, a sud di Siena vale una visita soprattutto il centro con il Palazzo Contucci,il Palazzo comunale e la piazza grande. Distanze > Roma (240 km), Firenze (69 km), Pisa (114 km), Citta di Castello (123 km), Perugia (107 km), Cortona (70 km), Arezzo (63 km), Grosseto (75 km)

LE CRETE SENESI – Sono cinque i comuni che danno vita alle celebri Crete Senesi. Citiamo Asciano, Colle Val d’Elsa con Palazzo Campana e Palazzo Pretorio, Poggibonsi rinomato per la produzione del Chianti classico senese e per la Collegiata di Santa Maria Assunta e la Fortezza di Poggio Imperiale un capolavoro dell’architettura medievale, ed infine San Gimignano. Quest’ultima è uno dei borghi più affascinanti di Italia. Dominata dalle sue cento torri, è ricchissima di tesori d’arte come le chiese di San Jacopo e San Pietro, il Duomo (in cui si trovano affreschi di Benozzo Gozzoli e Taddeo di Bartolo) ed il Palazzo del Popolo. In questo territorio si trova il Treno Natura (info 0577-207413) il cui percorso attraverso i suggestivi paesaggi senesi è un’esperienza irrinunciabile.

ABBAZIA DI SAN GALGANO – A 30 km da Siena, verso la provincia di Grosseto, in un territorio a metà tra il paesaggio senese e la lande della maremma, si trova la vecchia Abbazia di San Galgano: un’opera monumentale e suggestiva che si erge in mezzo alla campagna in un’area che fu importante crocevia per il passaggio al mare attraverso la antica strada maremmana e la via che attraversa l’area delle ricche “Colline metallifere”. In prossimità della grande abbazia si trova anche l’edificio che racchiude la Cappella di Montesiepi, una piccola chiesa dove al suo interno è ancora visibile la celeberrima “spada nella roccia”. A non molta distanza da quest’area si trova anche un’altra abbazia da vedere, quella di Sant’Antimo.

VALDORCIA – Nella provincia senese sono imperdibili anche i 5 comuni del parco della Valdorcia (patrimonio mondiale dell’umanità – Unesco).La Val d’Orcia è la parte collinare che confina a nord-ovest con le Crete Senesi, ad est con la Val di Chiana ed a sud con il monte Amiata e la provincia di Grosseto.

Pienza, graziosa cittadina della Val d’Orcia insieme a Roccalbegna, la celebre Montalcino, San Quirico, Castiglione d’Orcia rappresenta il tipico paese della bassa Toscana, suggestivo, affascinante e caratteristico. Nell’area di Asciano citiamo anche le terme di San Giovanni. Altre terme naturali i bagni di San Filippo. Una visita in particolare lo merita anche il piccolo Borgo di Bagno Vignoni con le sue vasche al centro del piccolo abitato e appena fuori le antiche terme. Tipici della valdorcia sono i prodotti enogastronomici, in particolare i vini (su tutti il Brunello di Montalcino, l ‘olio di oliva ed il gustoso pecorino).

SAN GIMIGNANO – uno spazio a sè merita questa cittadina del senese in prossimità dell’area del Chianti, a nord di Siena. Nota anche come la Manatthan del medioevo per le sue cento torri che ne caratterizzano uno skyline davvero unico e impressionante. Tra le sue tipiche vie si trovano numerosi monumenti e chiese da visitare, il duomo, i l Palazzo del Popolo, le chiese di San Jacopo, Sant’ Agostino e San Pietro. da vedere anche il Museo dell’Arte Sacra, quello Archeologico e quello Ornitologico.

MONTERIGGIONI – un borgo medievale per eccellenza racchiuso da una cinta muraria che ne delimita l’intero perimetro. Le quattordici torri tutte ben conservate si ergono a difesa dell’abitato oggi come ieri e ne fanno uno dei luoghi più apprezzati dai turisti che vogliono rivivere l’atmosfera di un mondo antico. La stessa atmosfera che si respira durante l’evento principale dell’anno in cui Monteriggioni si rituffa nel passato e vengono allestiti tra le sue vie rivisitazioni medievali si arti e mestieri..perfino le monete in quei giorni sono quelle del medioevo.

CORTONA –  città d’arte della Valdichiana a 600 mt di altitudine, il suo centro storico si distingue per il fascino e la vivibilità. Fuori dal centro si trovano due attrazioni di grande interesse, la Fortezza Medicea e il Parco Archeologico con le Mura etrusche, il Tumulo di Camucia, la tomba di Mezzavia, la Villa di Ossaia e la strada romana di Monte Maestrino e del Torreone.

POPPI – importante centro medievale, cinto di mura e torri, è dominato dalla grande mole del Castello dei Conti Guidi costruito nel XIII secolo. Il castello racchiude opere importantissime, terrecotte robbiane e affreschi, dipinti e soffitti decorati, ma la cosa più sorprendente è scoprire, in un centro oggi piccolo e provinciale come Poppi, l’inestimabile ricchezza della biblioteca Rilliana che custodisce oltre 70.000 volumi, 600 incunaboli, 800 manoscritti e dove lo stesso Dante Alighieri trovò l’ispirazione per comporre alcuni passi della Divina Commedia. Nei pressi di Poppi si trova anche un piccolo Parco zoo con animali da vedere in uno splendido paesaggio naturalistico.

CAMALDOLI – le sue origini risalgono al 1012 quando venne donato a S. Romualdo, monaco benedettino la cui regola si fondava sull’equilibrio tra solitudine eremitica e vita in comune dei monaci. L’abitato è composto da un Monastero, un Eremo e vari annessi, permeati da un suggestivo clima di silenzio e di preghiera.

ANGHIARI – tipico borgo toscano ricco di fascino e storia, da vedere le chiese di Santa Maria delle Grazie, la chiesa della Badia, Palazzo Taglieschi e le aree verdi come le riserve dei monti Rognosi e la riserva della Golena sul Tevere

BIBBIENA – un altro borgo di sicuro interesse nel cuore del Casentino è questo piccolo paese, per arrivarci si passa anche per Castelfocognano dove ha sede il centro di documentazone sulla cultura rurale del Casentino. Sempre in questa zona si trova il Monte la Verna (1129 mt) ed il Santuario della Verna di origini francescane.

SUBBIANO – un piccolo centro il cui omonimo Castello merita una visita, in questa zona si trova anche l’Ecomuseo del Casentino.

FIRENZE – città tra le più belle d’Italia e simbolo dell’intera regione. Suggerire un itinerario dentro Firenze è sempre difficile poichè sono molteplici le cose da vedere. Tuttavia, di seguito sono elencate le più significative attrattive cittadine.

Piazza della Signoria: si consiglia una passeggiata in una delle piazze più belle del mondo, fin sotto i Portici del Museo degli Uffizi e alle banchine dell’Arno, da dove si può godere di una vista strepitosa del Ponte Vecchio.

Il Duomo: la Cattedrale di Firenze, dedicata a Santa Maria del Fiore, è in stile gotico italiano. L’edificio fu disegnato da Arnolfo di Cambio (1245-1302), e rappresenta una delle opere architettoniche più grandi di quell’epoca. Finita intorno al 1367, fu completamente rivestita di marmi colorati, così come era originariamente il Battistero.
Al suo interno si trovano diverse celebri opere d’arte, in stile Gotico, fra i quali numerosi affreschi.
Molte statue del Duomo sono ora custodite nel Museo della “Opera del Duomo”, ma altre sono ancora nella Cattedrale, prima fra tutte la grande Pietà di Michelangelo. Le vetrate, realizzate fra il 1434 e il 1445 su disegno di importanti artisti quali Donatello, Andrea del Castagno e Paolo Uccello, sono un esempio artistico unico nel suo genere, come del resto gli intarsi nel legno degli armadietti della Sagrestia, compiuti dal Brunelleschi, Antonio Del Pollaiolo e altri artisti.

Ponte Vecchio: ponte sul fiume Arno, simbolo di Firenze, dove hanno sede molte celebri gioiellerie fiorentine.

Palazzo Pitti: anticamente residenza dei granduchi di Toscana e in seguito dei re d’Italia, oggi ospita diverse importanti collezioni di dipinti e sculture, oggetti d’arte, porcellane e una galleria del costume, oltre ad offrire un ambiente storico magnificamente conservato, che si estende al Giardino di Boboli, uno tra i primi e più famosi giardini italiani.

Galleria degli Uffizi: uno dei più bei musei d’Italia e del mondo intero. Originariamente, gli Uffizi dovevano essere gli uffici della famosa famiglia dei Medici. Oggi gli Uffizi contengono opere d’arte di artisti italiani e stranieri, fra cui Cimabue, Giotto, Masaccio, Beato Angelico, Leonardo da Vinci, Botticelli, Michelangelo, Piero della Francesca, Raffaello, Caravaggio, così come Rubens, Rembrandt, Dürer, Goya e molti altri.
Il Corridoio Vasariano che collega la Galleria degli Uffizi con Palazzo Pitti, ospita una ricca collezione di ritratti di artisti del presente e del passato. Costruito dal Vasari nel 1565, passa sopra Ponte Vecchio.

Palazzo Medici Riccardi e Palazzo del Michelozzo. Da visitare il chiostro e gli affreschi del Gozzoli nella Cappella dei Magi.

Piazza San Giovanni: bellissima piazza con il Battistero (con le porte del Ghiberti), detto anche “il Campanile di Giotto”.

Santa Croce: chiesa in stile gotico con affreschi di Giotto e Gaddi, sculture di Donatello e un bellissimo chiostro.

San Lorenzo: una delle due Chiese costruite a Firenze dal Brunelleschi.
La Chiesa contiene un altro tesoro di valore inestimabile: la Biblioteca Laurenziana di Michelangelo.

Santa Maria Novella: chiesa in stile gotico, con facciata rinascimentale, aggiunta dall’Alberti nel 15° secolo. Nella Chiesa è possibile ammirare dipinti di Giotto, Masaccio e Paolo Uccello.

Piazza della Santissima Annunziata: una delle prime piazze del Rinascimento, con edifici simmetrici e una forma trapezoidale. Nella piazza è situato l’ Ospedale degli Innocenti, costruito dal Brunelleschi, con la sua elegante Loggia e la Chiesa costruita dal Michelozzo, dove si possono osservare i dipinti di Andrea del Castagno e del Pontormo. Nelle immediate vicinanze si trova il Museo della Chiesa di San Marco.

Santa Apollonia: in questa chiesa si può ammirare l’affresco di Andrea del Castagno, denominato “L’ultima cena”.

Palazzo del Bargello: palazzo medievale, oggi ospita il Museo del Bargello, dove è possibile ammirare la struttura interiore e le sculture di Donatello, Michelangelo, Brunelleschi e Ghiberti.

Palazzo Gondi: palazzo simbolo dell’evoluzione architettonica dei Palazzi Fiorentini nel passaggio dall’Età Medievale al Rinascimento.

– Altri palazzi: Palazzo Vecchio, Palazzo Davanzati, Palazzo Alberti, Palazzo Rucellai.

Distanze > Roma (280 km), Siena (72 km), Pisa (99 km), San Gimignano (55 km), Perugia (154 km), Cortona (118 km), Arezzo (78 km), Grosseto (145 km), Livorno (120 km), Lucca (73 km)

IL CHIANTI E LA VAL D’ELSA

Il cuore della Toscana, un’area che si estende da sud di Firenze fino alla zona di Siena dove il paesaggio si trasforma e dalle ondulate colline verdi ricche di vigneti si passa ad un paesaggio più brullo e aspro di colline assolate. Il Chianti si trova proprio in un triangolo fra Arezzo, Siena e Firenze e, nelle sue terre si trovano borghi e paesi interessanti che meritano una visita, tra tutti Monteriggioni con le mura maestose che lo delimitano, San Gimignano con le sue cento torri, Greve in Chianti, Gaiole in Chianti con il bellissimo Castello di Brolio ,Colle Val d’Elsa,la città del vetro Poggibonsi con la fonte delle Fate e San Casciano in Valdipesa. Tutta la zona è ricca di vigneti ed oliveti dove si producono olio extravergine e vini (Chianti classico) di fama mondiale. Da non dimenticare i piccoli borghi sparsi fra le fertili colline, tipo Montelupo e Montespertoli.

PISA – uno dei simboli dell’intera Italia, con la sua Piazza dei Miracoli dove si erge la celeberrima Torre pendente. Questa piazza è il cuore della città e in essa si trovano il Duomo, il Battistero e la Torre: quest’ultima è alta oltre 50 metri e per salire sulla sua sommità bisogna percorrere ben 294 gradini. La sua origine risale al lontano 1173. Oltre a quest’area della città, Pisa offre al turista scorci di interesse artistico e culturale nelle sue chiese più famose: San Francesco, San Frediano e Santa Maria della Spina, oltre che nei suoi Palazzi, quali Palazzo dell’orologio, il Reale e il Palazzo dei Cavalieri. Nella sua provincia di notevole interesse citiamo Pontedera, Casciana terme, San Miniato e soprattutto Volterra, una vera e propria cittadina museo con la la Cattedrale di Santa Maria Assunta, la chiesa dei Santi Giusto e Clemente, la Torre del Podestà e del Buonguidi, Palazzo Pretorio e Palazzo dei Priori. Da non perdere in provincia di Pisa anche i Parchi anturali di San Rossore e Migliarino, così come il Parco Presitorico di Peccioli. Distanze > Firenze (98 km), Livorno (25 km), Lucca (30 km), Siena (163 km), Roma (355 km)

LIVORNO – Affacciata sul Tirreno, è una cittadina dinamica del nord ovest della Toscana. Nel suo territorio si trovano alcuni borghi e cittadine di notevole interesse: tra queste Rosignano, Piombino, frequentato punto di partenza per l’imbarco per l’isola d’Elba e Cecina con le splendide ville di San Vincentino e Cinquantina. Oltre all’isola d’Elba anche le altre minori fanno parte della provincia livornese come l’isola Gargaia, l’isola Pianosa, l’isola Gorgona e l’isola Capraia, nelle acque di queste isole si trovano veri e propri paradisi subacquei, riserve naturali e protette ideali per gli amanti dei mondi sottomarini. Nella provincia livoernese abbiamo già citato Cecina, località ricca di turismo, cultura e natura, per il turismo balneare nella cosiddetta Costa degli Etruschi segnaliamo: Vada, San Vincenzo, l’area archeologica di Populonia nel golfo di Baratti e la bellissima Castiglioncello con spiagge incontaminate e splendidi paesaggi, non a caso questa località fu frequentata dalla scuola dei pittori dei Macchiaioli. Distanze > Firenze (89 km), Roma (364 km), Pisa (25 km), Lucca (30 km), Siena (120 km), Grosseto (135 km)

LUCCA – Tra l’appennino tosco emiliano e le celebri Alpi Apuane, nel nord ovest della Toscana, abbraccia una zona tra Lucca e la provincia. Una zona ricca di paesaggi e tradizioni, da vedere i paesi di Castelnuovo di Garfagnana, Barga (con il duomo, il museo civico e la vicina Casa di Pascoli) e la località termale di Bagni di Lucca oltre ovviamente ai sentieri naturalistici percorribili lungo le valli delle Alpi Apuane. Lucca offre numerosi monumenti tra cui il Duomo di Barga, l’Anfiteatro romano, Palazzo Mansi.la costa è altrettanto bella da vedere con la rinomata zona della Versilia dove si trovano località marittime di grande interesse turistico come Forte dei Marmi, Lido di Camaiore, Viareggio. Da non perdere in zona Lucca il tour delle numerose ville che circondano la città, tra le più celebri, Villa Torrigiani, Villa Mansi, Villa Reale, Villa Oliva. Distanze > Firenze (76 km), Grosseto (180 km), Pisa (29 km), Livorno (49 km), Siena (140 km)

PITIGLIANO – a cittadina (313 metri s.l.m.) offre panorami mozzafiato emergendo su un ampio pianoro tufaceo,delimitato dal corso dei torrenti Lente e Meleta. Da vedere la Pitigliano sottoterra: attraverso la visita di straordinarie cantine scavate nel tufo, molte delle quali risalgono ad epoche antichissime come gli oltre sessanta vicoli che percorrono il centro storico, ancora trasudanti il tempo che fu e le abitazioni del periodo medievale. Da vedere anche la La Fortezza Orsini di origine medievale, ma restaurata nel corso del ‘500, in una parte della quale sono visitabili il MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO e il MUSEO DIOCESANO D’ARTE SACRA.Infine il Il Duomo dedicato agli apostoli Pietro e Paolo, con una facciata di gusto tardo-barocco e l’interno ricco di stucchi e dorature settecentesche.

MANCIANO – SATURNIA – Due paesi molto interessanti e ricchi di attrattive artistico-naturalistiche.

Manciano con il suo Il Castello Aldobrandesco con gran parte del circuito murario che lo recingeva, due delle tre porte che davano accesso all’interno e i resti di due torri cilindriche. All’Apice di un colle lungo la strada che conduce a Vulci, si trova invece la Roccaccia di Montauto di appartenenza Aldobrandesca sino all’inizio del XIV secolo e il medievale Castello di Sciarpena. Interessante la zona della Marsiliana con i suoi reperti etruschi e la necropoli di Sovana e Roselle. Saturnia è il centro famoso per le sue benefiche terme e la tipica cascata naturale del Gorello. Non lontano in questa zona si trovano anche S.Qurico,Sorano e Sovana graziosi paesini che incarnano al meglio la tradizione di queste terre ricche di storia.

SCANSANO – una cittadina celebre per il suo vino rosso DOC, un territorio ricco di castelli e vigneti, da vedere nel centro del paese il Museo della Vite e del Vino ed il Convento del Petreto. Da vedere in questo grazioso paese anche il Castello del Cotone

CAPALBIO – grazioso centro medievale situato nella bassa Toscana sulle splendide spiagge del Tirreno. La natura offre spettacolari paesaggi fatti di colline verdi e litorali incontaminati di ridente macchia mediterranea. Da vedere nel paese La Rocca, edificio a “L” con torrione e cortile chiuso, risalente prevalentemente alle ristrutturazioni senesi del XV secolo, dove si conserva ancora l’antico pianoforte del maestro Giacomo Puccini. Intorno al pease le Ville Romane databili intorno al I secolo dislocate nei dintorni di zona di Sughereto di Ballantino, bassa collina di Settefinestre. Per gli amanti del mare e della natura da vedere la zona della laguna di Burano (oasi protetta del WWF).

ANSEDONIA – arroccata su un’ imponente scogliera e costellata di strette e suggestive vie a picco sul mare è oggi un’apprezzata e raffinata meta turistica. Da vedere posta sull’apice della scogliera detta “spacco della Regina” la città romana di Cosa fondata nel 273 a.C., con i resti del grande Capitolum, tempio a tre celle,l’area del Foro per le attività commerciali e politiche, la Basilica, il Comitium, un Tempio.Inoltre: le antiche torri di San Pancrazio e San Biagio, la Tagliata, la grande villa marittima di epoca imperiale, il Porto Cosano costruito tra il II e il I secolo a.C.Poi la villa romana delle Settefinestre del 40 a.C. Sempre nei pressi di Ansedonia si trova una grande opera di ingegneria idraulica etrusca, la cosiddetta “tagliata”.

GROSSETO – città di origine medievale vicina al mare, da vedere all’interno delle sue mura i Musei archeologico e di storia naturale e l’Acquario comunale. Nella sua provincia proseguendo verso nord si trovano altri centri di interesse fra cui le rinomate Porto Santo Stefano e Talamone e, proprio di fronte al promontorio dell’Argentario, la splendida Isola del Giglio. Nella provincia di Grosseto si trovano anche alcune isolette del mar Tirreno, fra tutte segnaliamo quella di Giannutri dove si trovano ben conservati i resti della villa Domizia di origine romana.

MONTE ARGENTARIO – questa vasta area collegata alla costa tramite il Tombolo della Giannella e della Feniglia, è una importante meta turistica di grande fascino. il territorio, selvaggio e incontaminato è circondato da acque cristalline con calette e spiagge naturali dai tratti ineguagliabili. di rilievo i centri di Porto Ercole e Porto Santo Stefano. Quest’ultima è la cittadina principale e accoglie il porto, molti negozi e locali ed il piccolo ma interessante Acquario del Mediterraneo.

ORBETELLO – noto per la sua grande laguna, adagiato di fronte al Monte Argentario, Orbetello è una cittadina dinamica e ricca di turismo estivo. Le sue vie di origine medievale sono ricche di locali e ristoranti. Da vedere il Duomo e alcuni palazzi rinascimentali. Caratteristico di Orbetello il vecchio mulino spagnolo che campeggia in mezzo alla laguna. Da segnalare anche la Polveriera Guzman, luogo dove Garibaldi nella celebre spedizione dei Mille si rifornì di armi.

TALAMONE – a nord del Monte Argentario, Talamone si staglia in un versante ovest sul mare in zona collinare. E’ un grazioso borgo con un piccolo porto ed il centro fatto di viuzze e piccole piazze dove si radunano i turisti d’estate. Vi è anche un Acquario della Laguna. Molto suggestiva la Rocca senese e le Cale di Forno , la Cala di bagno delle Donne.

PARCO DELL’UCCELLINA – Il Parco dell’Uccellina o della maremma è una grande area protetta sul mare. Vi sono molti percorsi da fare a piedi o in bicicletta più o meno impegnativi. Il centro visite al parco si trova ad Alberese dove è collocata anche la bellissima omonima spiaggia all’ interno del parco stesso.